Parlarsi senza guardarsi: il sesso virtuale



La tecnologia moderna e i suoi svariati utilizzi si manifestano a noi in tutti i settori della nostra vita quotidiana sia in ambito personale sia professionale. Il computer, attraverso la sua diffusione, è diventato  strumento privilegiato attraverso il quale la tecnologia penetra nelle nostre case. In quest'azione di penetrazione tecnologica il computer è sempre di più diventato anche la porta d'ingresso alla sfera sessuale attraverso il sesso virtuale, meglio noto come cybersex: sesso visto e consumato on-line.
Agli esordi di internet il web si limitava alla pubblicazione di pagine con foto erotiche. Oggi basta scrivere la parola "Sex" su qualsiasi motore di ricerca per vedersi proiettati in un istante davanti ad un ventaglio di possibilità: siti con rapporti sessuali trasmessi on-line, filmati suddivisi per categorie, chat rooms dove si cercano partners per rapporti sessuali, giochi erotici e fantasie da mettere in atto davanti ad una webcam ...
Il termine cybersex non ha ricevuto una definizione univoca, ma molti autori hanno tentato di definire questa attività. Uno studioso italiano sostiene che il cybersex sia divenuto un tema vivace in Italia in seguito all'intervento al Futurshow nel 1999 di una sessuologa americana di nome Deb Levine.
Secondo la sessuologa americana il sesso virtuale è molto di più di uno scambio erotico tramite chat e la masturbazione attraverso un video e le parole che scorrono dalla tastiera rappresentano per l'autrice un ottimo elemento per crescere.
Uno studioso italiano di nome Cantelmi (2000) sostiene che il termine cybersex possa riguardare due aspetti differenti:
1. tutto il materiale disponibile nella rete vietato ai minori di 18 anni, a partire dalle immagini pornografiche, giochi e film, fino alle vere schermaglie di tipo erotico "digitate con una sola mano";
2. le relazioni erotiche tra due partecipanti mediante email, chat ...
In generale il cibersex  è una forma di comportamento i cui partecipanti simulano, mediante strumenti informatici e telematici, di avere reali rapporti sessuali descrivendo le loro azioni e rispondendo ai loro partner in forma prevalentemente scritta, stimolando le proprie fantasie sessuali ed esprimendo all'altro partner le proprie sensazioni. Può includere la masturbazione, anche mediante l'uso di giocattoli sessuali (ad esempio vibratori, dildo ...). La qualità in questi tipi di incontri dipende tipicamente dall'abilità e dalla volontà dei partecipanti di evocare vivide immagini nella mente dell'interlocutore, per questo l'immaginazione riveste un ruolo importante. A volte può anche essere utilizzato all'interno di rapporti intimi già esistenti, ad esempio tra persone sentimentalmente legate ma geograficamente separate, rivestendo così tutte le caratteristiche di una prosecuzione della sessualità di coppia. In altri casi, le persone che praticano cibersesso si giovano dell'anonimato più o meno completo garantito dallo strumento informatico; in questo senso, una persona può nascondere la propria identità, alterare volutamente la propria descrizione fisica, o addirittura mutare volutamente il proprio genere sessuale, fingendosi uomo o donna per sperimentare diversi ruoli sessuali.

Se da un lato nascono gli innamoramenti on-line, gli amori di chat, e le relazioni virtuali, dalll'altro assistiamo ai fenomeni di esibizionismo virtuale, giochi di cybersex tra sconosciuti e tentativi di soddisfacimento delle proprie preferenze sessuali non praticabili nella realtà, spesso perchè nelle coppie si ha difficoltà a parlare di fantasie sessuali, a scegliere assieme la strada che conduce al piacere.
La virtualità sembra offrire ai due amanti l'opportunità di creare una relazione virtuale d'amore e condividere l'intimità sessuale tramite email, chat e webcam. La rete permette di costruire relazioni del tutto diverse da quelle reali, anche se qualsiasi tentativo di contatto profondo, di abbandono alle sensazioni erotiche, e di autentico scambio intimo è destinato a rimanere una proiezione mentale dal momento che si vive la sessualità con un formato tecnologico dell'umanità di un partner con cui si condivide il piacere nell'indiscutibile realtà della solitudine fisica.
[Leggi tutto...]


|
 
Return to top of page Copyright © 2010-2013 | E' espressamente vietato riprodurre e diffondere, integralmente o parzialmente, i contenuti di Sessuologia Cagliari Blog senza autorizzazione scritta dell’autore e senza citarne la fonte. Per richiedere l'autorizzazione consultare la sezione Informazioni e Contatti. Create by HackTutors