Cos'è la fobia sociale?




La fobia sociale è una forma di scompenso psichico, sofferenza, in alcune tipologie di organizzazioni di personalità. Paradossalmente, contrariamente a tutte le altre fobie, che raggiungono maggiormente persone con organizzazioni di personalità di tipo fobico, la fobia sociale è un caso isolato e specifico di fobia che è necessario trattare in modo diverso.
Questa paura può portare chi ne soffre ad evitare la maggior parte delle situazioni sociali, per la paura di comportarsi in modo “sbagliato” e di venir mal giudicati. In generale i vissuti sono accompagnati da vergogna, "timore di non essere abbastanza interessanti per gli altri", "sicurezza sul fatto di non aver niente da dire" .... tendenzialmente potrebbe sembrare, ad una lettura superficiale, un problema di bassa autostima. Ma non lo è affatto.
Lavorare sull'autostima, desensibilizzare in maniera sistematica l'avvicinamento all'altro possono risultare degli interventi che possono alleggerire la sintomatologia, ma non risolvono il problema di fondo di una personalità che ha strutturato una sofferenza che per esigenze didattiche chiamo fobia sociale.

La fobia sociale è un disagio molto invalidante. Negli anni mi sono reso conto che le persone sono più attente allo sviluppo di sintomatologie secondarie, per le quali sono più allarmate, e lo sono meno rispetto alle problematiche di interazione sociale. Questo succede perché spesso chi soffre di fobia sociale si riconosce in quegli atteggiamenti, una sorta di timidezza cronica che porta la persona a dire a se stessa: "Ho questo carattere", e ad essere rinforzata dal contesto: "Si, ha quel carattere, è timido/a".
Nelle situazioni sociali temute, gli individui con ansia o fobia sociale sono preoccupati di apparire imbarazzati e, soprattutto, sono timorosi che gli altri li giudichino ansiosi, deboli, “pazzi”, o stupidi.
Generalmente si manifestano molte attivazioni ansiosi neurovegetative: sudorazione, tachicardia, mani bagnate, mal di stomaco, sensazione di nausea etc...

La psicoterapia ad orientamento cognitivo ha sviluppato un modello molto efficace nel trattamento della fobia sociale e di tipo integrato tra i vari modelli cognitivi.
Antonio Dessì


Responses

0 Respones to "Cos'è la fobia sociale?"

|
 
Return to top of page Copyright © 2010-2013 | E' espressamente vietato riprodurre e diffondere, integralmente o parzialmente, i contenuti di Sessuologia Cagliari Blog senza autorizzazione scritta dell’autore e senza citarne la fonte. Per richiedere l'autorizzazione consultare la sezione Informazioni e Contatti. Create by HackTutors